DETRAZIONE DEL 65% SULLE RISTRUTTURAZIONI

L’agevolazione consiste nel riconoscimento di detrazioni d’imposta nella misura del 65% delle spese sostenute, da ripartire in rate annuali (in 10 anni) di pari importo entro il limite massimo di detrazioni pari a 60.000 euro (65% di 92.307,69 euro).
Le modalità per effettuare i pagamenti variano a seconda che il soggetto sia titolare o meno di reddito d’impresa. In particolare è previsto che: i contribuenti, non titolari di reddito d’impresa, devono effettuare il pagamento delle spese sostenute mediante bonifico bancario o postale.

CHI PUO’ USUFRUIRNE?

Possono usufruire delle detrazioni tutti i contribuenti residenti e non residenti anche se titolari d’impresa, che possiedono a qualsiasi titolo l’immobile oggetto d’intervento. Sono ammessi:

  • le persone fisiche, compresi gli esercenti arti e professioni;
  • i contribuenti che conseguono reddito d’impresa (persone fisiche, società di persone, società di capitali);
  • le associazioni tra professionisti;
  • gli enti pubblici e privati che non svolgono attività commerciale.

Tra le persone fisiche possono usufruire dell’agevolazione anche:

  • i titolari di un diritto reale sull’immobile;
  • i condomini, per gli interventi sulle parti comuni condominiali;
  • gli inquilini;
  • chi detiene l’immobile in comodato.

Attenzione:
Non possono usufruire dell’agevolazione le imprese di costruzione, ristrutturazione edilizia e vendita in caso di spese sostenute per interventi di riqualificazione energetica su immobili merce.

CERTIFICAZIONE NECESSARIA

Per fruire dell’agevolazione fiscale sulle spese energetiche sono necessari i seguenti documenti:

  • l’asseverazione può essere sostituita da una certificazione dei produttori;
  • la scheda informativa relativa agli interventi realizzati.

Quest’ultimo documento:
Per le spese effettuate dal 1° gennaio 2008, per la sostituzione di finestre in singole unità immobiliari, non occorre più presentare l’attestato di certificazione energetica (o di qualificazione energetica).

MODALITA’ DI TRASMISSIONE

La trasmissione deve avvenire in via telematica attraverso il sito: può essere rilasciato solo da tecnici abilitati alla progettazione di edifici www.acs.enea.it, ottenendo la ricevuta informatica.

COME EFFETTUARE I PAGAMENTI

Le modalità per effettuare i pagamenti variano a seconda che il soggetto sia titolare o meno di reddito d’impresa.
In particolare è previsto che i contribuenti, non titolari di reddito d’impresa, devono effettuare il pagamento delle spese sostenute mediante bonifico bancario o postale.

In esso vanno indicati:

  • la causale del versamento;
  • il codice fiscale del beneficiario della detrazione;
  • il numero di partita IVA o il codice fiscale del soggetto a favore del quale è effettuato il bonifico.

I contribuenti titolari di reddito d’impresa sono invece esonerati dall’obbligo di pagamento mediante bonifico bancario o postale. In tal caso, la prova delle spese può essere costituita da idonea documentazione.

L’indirizzo presso cui inviare la documentazione è:

ENEA
Dipartimento ambiente – Cambiamenti globali e Sviluppo sostenibile
Via Anguillarese 301
00123 Santa Maria di Galeria (Roma)

Va indicato il riferimento: DETRAZIONI FISCALI – RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA

CONTATTACI

Sapremo farti una stima degli interventi da realizzare per la tua abitazione o magazzino
potendo usufruire al 100% delle agevolazioni fiscali 2016